La manifestazione di sabato per chiedere un nuovo voto sulla Brexit potrebbe essere la più grande nella storia Britannica

manifestazione brexit

La manifestazione “Put it to the People” chiederà al Parlamento di dare a Londra e agli elettori britannici il diritto di avere un voto cruciale per dire “sì” o “no” a qualsiasi accordo che i parlamentari alla fine ratificheranno sulla Brexit.

Migliaia di persone in tutta Londra marceranno verso Westminster sabato prossimo (23 marzo) per prendere parte a quella che sarà una delle più grandi manifestazioni politiche della storia britannica.

L’enorme marcia sarà probabilmente più grande della precedente dimostrazione organizzata dalla campagna popolare People’s Vote nell’ottobre 2018, alla quale hanno partecipato circa 700.000 persone, tra cui migliaia da tutta Londra.

Pubblicità

Gli attivisti hanno distribuito migliaia di volantini nelle strade principali praticamente in ogni parte di Londra nel tentativo di raccogliere il sostegno per la marcia.

L’hastag #PutItToThePeople sta rimbalzando su Twitter e Instagram, segno che l’attesa per la manifestazione è alta.

“Il popolo della Gran Bretagna ha il diritto di dire si o no a qualsiasi accordo che il Parlamento alla fine concorderà.”

David Keys, del Movimento europeo che ha organizzato la campagna in alcuni quartieri di Londra ovest, ha dichiarato: “Il popolo della Gran Bretagna ha il diritto di dire si o no a qualsiasi accordo che il Parlamento alla fine concorderà.”

“Quando abbiamo votato tutti nel referendum quasi tre anni fa, non avevamo idea di molte delle implicazioni della Brexit, per non parlare di come sarebbe potuto essere l’accordo finale”, ha detto.

manifestazione brexit
Più di 700 mila persone in piazza per la manifestazione a favore di un voto popolare sulla Brexit. – Ottobre 2018

“Ora, a causa dei dibattiti e di altri sviluppi degli ultimi anni, tutti sono molto meglio informati, la democrazia non si è fermata tre anni fa ed è cruciale che al pubblico venga dato un parere definitivo. Questa dimostrazione sarà una delle più importanti mai tenute nella storia britannica, la crisi che sta affrontando il nostro paese è probabilmente la peggiore dalla seconda guerra mondiale, ed è cruciale, in questo momento critico, che la voce del pubblico sia faccia sentire forte e chiara “.

La campagna “People’s Vote” riporta che il sostegno a un nuovo voto pubblico sulla Brexit sia cresciuto nei giorni in cui l’accordo Brexit di Theresa May è stato respinto dai parlamentari per la seconda volta la scorsa settimana.

Citando un sondaggio YouGov, che dimostra che il pubblico, che era più o meno equamente diviso sulla questione sei settimane fa, sarebbe ora di nuovo orientato sul dare al popolo britannico l’ultima parola sul futuro rapporto della Gran Bretagna con l’UE, con un margine di 57-43 %.

La campagna del People’s Vote sostiene che al popolo britannico debba essere dato un altro voto perché l’accordo del governo con l’Unione Europea mostra che la visione della Brexit promessa prima del referendum, non possa essere messa in atto.

“Gli stessi problemi si applicheranno a qualsiasi forma di Brexit, non importa come verrà presentata. Ecco perché la decisione finale dovrebbe ora essere restituita alle persone – perché solo loro possono risolvere questo problema.”

La manifestazione, organizzata People’s Vote, si riunirà a mezzogiorno a Park Lane, nel centro di Londra, e marcierà verso Parliament Square.

Metro: Marble Arch (Central Line) o Bond Street (Central e Jubilee Line)

Lascia un commento!