Spostarsi a Londra, 8 alternative a Uber

spostarsi a londra

Per chi ha avuto la possibilità di viaggiare, sa che a Londra, ancor più che nelle grandi città italiane come Roma, Milano etc.. Spostarsi senza i mezzi pubblici è veramente difficoltoso.

Pubblicità

Una città come Londra, è ben fornita di autobus, tram e metro, ma ciò non toglie che la comodità di utilizzare un servizio come un taxi, agevoli il viaggio e il trasporto da una parte all’altra della capitale inglese.

Spostarsi a Londra: Uber

Il primo grande servizio nato nel corso dell’ultimo decennio, si chiama Uber. Un servizio ormai diventato molto comune e spesso usato come vera alternativa economica al taxi. In Italia, un servizio simile ma più professionale rispetto ad Uber è il Noleggio auto con Conducente, cosa meno frequente all’estero.

spostarsi a londra con uber

Uber è un’azienda leader nel suo settore, con sede negli Stati Uniti d’America a San Francisco.

Essa, attraverso la sua app fornisce un sistema di contatto fra autista e viaggiatore, in grado di organizzare servizi di trasporto automobilistico privato. Insieme ad AirBnb, anch’esso molto comune a Londra, è considerato uno dei maggiori rappresentanti della cosiddetta sharing economy.

Uber si è col tempo ritagliata il ruolo di migliore alternativa ai bus e alla metro (oltre che i più costosi taxi) per spostarsi a Londra, ma non è il solo servizio disponibile.

Pubblicità

Le migliori alternative a Uber su Londra

1. Gett

Il servizio più gettonato è Gett, che funziona allo stesso modo di Uber ma con prezzo sono più stabili. La corsa vienne richiesta attraverso l’app gratuita per autista e clienti.

2. My Taxi

MyTaxi offre invece la possibilità di sfruttare uno sconto del 50% ai nuovi clienti più un bonus sulla prima corsa di £10 da applicare al primo acquisto

Attualmente offre oltre 100.000 autisti divisi in tutta Europa e la crescita è esponenziale.

3. Addisonn Lee

Addison Lee è una valida alternativa, ma si differenzia dalla concorrenza principalmente per il numero di mezzi in circolazione, per questo motivo si riduce al minimo i tempi di attesa rispetto ad altre app sopra citate. Il lato negativo di questo servizio è che le tariffe sono tra le più costose in Gran Bretagna.

Perché costa di più? Semplice, Addison Lee è una vera e propria società di taxi privata con sede a Londra, ergo, al pari di un servizio di NCC, ha dei costi più elevati, ma si può star tranquilli in merito alla qualità del servizio, alla puntualità ed alle auto utilizzate.3

Pubblicità

4. Kabbee

Kabbee punta di più sui minicabs, che rappresenta la versione inglese del nostro NCC (noleggio automobile con conducente) Per questo motivo, è generalmente utilizzato per trasporti di media o lunga distanza. Grande novità rispetto alla concorrenza che offre Kabbee è che permette il pagamento direttamente all’autista e non richiede necessariamente pagamenti anticipati via carta di credito attraverso l’app.

5. Taxify

Taxify che di recente ha cambiato ragione sociale ed è diventato Bolt, è tra quelle app appena approdate sul mercato. Si deve ancora strutturare e molti utilizzatori, specie attraverso recensioni online, hanno evidenziato delle criticità, ma conviene comunque utilizzarla almeno una volta per approfittare di sconti e bonus sul primo trasporto. Ciò non significa comunque che nel corso dell’ultimo anno sia cresciuta notevolmente, riuscendo a migliorare quella che è l’esperienza dell’utente.

6. Minicabit

Una valida alternativa per i tragitti medio-lunghi, è Minicabit. A dirla tutta, è più da definire un comparatore di costi offerti da diversi fornitori, al pari di Booking per la prenotazione degli hotel, più che un servizio diretto di taxi. Grazie alla comparazione sarò possibile vedere la soluzione più economica per la destinazione da raggiungere.

Pubblicità

7. Lyft

Un’altra app che sta prendendo piede nell’ultimo anno è Lyft che opera più sul sistema del ridesharing, come la più celebre Blablacar (di cui parliamo in seguito).

Un’altra app che ha preso piede nell’ultimo anno è Lyft che opera più sul sistema del ridesharing, come la più celebre Blablacar (di cui parliamo in seguito). Questo sistema permette di avere notevoli risparmi per l’autista che si offre di ospitare utenti nella propria auto e anche i viaggiatori, che possono pagare esclusivamente il consumo dell’automezzo.

Le recensioni rilasciate dagli utenti che usano quotidianamente Lyft sono molto positive, tant’è che su App Store per iOS, l’app ufficiale ha una valutazione di 4.9 stelle su un massimo di 5.

8. BlaBlaCar

Troviamo infine BlaBlaCar, uno dei servizi più famosi al mondo per la condivisione di un posto da passeggero in auto. Una app conosciuta anche nel nostro paese ed utilizzata specialmente per le lunghe distanze. Molto famosa nel settore dello sharing (condivisione).

Come funziona? Semplice, metto a disposizione i posti liberi della mia auto a persone che devono coprire il mio stesso tragitto, dividendoci le spese. Se non fosse che sono sempre di più coloro che decidono di utilizzarla per coprire spostamenti all’interno di Londra dato che alcune volte rappresentano veri e propri viaggi urbani anche di un’ora o più a seconda del tragitto e del momento della giornata.


Sommario
Spostarsi a Londra - 8 alternative a Uber per viaggiare
Titolo
Spostarsi a Londra - 8 alternative a Uber per viaggiare
Descrizione
Alternative a uber per spostarsi a Londra. Viaggiare con Gett, Mytaxy, BlaBlaCar, Lyft, Taxyfy, minicabit, kabbee, addison lee. viaggiare con Uber in London
Autore
Sito Web
Londra Today
Logo

Lascia un commento!