I costruttori di Stonehenge discendono da migranti turchi, affermano gli scienziati

stonehenge

Articolo aggiornato il

Gli antichi britannici che hanno costruito Stonehenge discendevano da migranti con origini nella moderna Turchia, hanno affermato gli scienziati.

Un nuovo studio genetico ha rivelato che un drammatico “ricambio di popolazione” ha avuto luogo dopo che tribù di “agricoltori anatolici” hanno iniziato ad arrivare su queste rive intorno al 6000 aC. Questi ultimi neolitici soppiantarono la popolazione mesolitica in gran parte della Gran Bretagna, a parte la Scozia occidentale, dove una piccola popolazione di nativi resistette all’invasione. I conquistatori hanno portato con sé tecniche agricole, ma si ritiene che abbiano anche introdotto la tradizione di costruire monumenti in pietra. Tra cui qundi Stonehenge.

Si ritiene che i cacciatori-raccoglitori mesolitici avessero la pelle scura, mentre i contadini che li hanno sostituiti avessero una pelle più chiara, anche se la loro pigmentazione era probabilmente ugualmente più scura delle popolazioni successive dei bianchi. “I neolitici britannici derivarono gran parte della loro discendenza dai contadini anatolici che originariamente seguivano la via di migrazione mediterranea e che probabilmente erano entrati in Gran Bretagna dall’Europa continentale nordoccidentale”, hanno scritto gli scienziati in una bozza del loro articolo. Il team ha affermato che la loro ricerca supporta l’attuale ipotesi che i geni comunemente associati alla pelle più chiara sono stati introdotti in Europa occidentale dagli agricoltori anatolici “. L’incursione ha avuto effetti devastanti sui cacciatori-raccoglitori che una volta vivevano in Gran Bretagna.

Una transizione rapida

I migranti hanno gradualmente sostituito le popolazioni dell’Europa occidentale a un ritmo relativamente lento.
Ma quando arrivarono in Gran Bretagna, la società agricola fu istituita molto più rapidamente e i test genetici dimostrano che la civiltà dei cacciatori-raccoglitori si estinse a un ritmo molto più rapido. “Ciò potrebbe dipendere dal fatto che l’agricoltura sia arrivata in Gran Bretagna un paio di migliaia di anni più tardi rispetto al resto d’Europa”, ha scritto il team. “La popolazione agricola che arrivò in Gran Bretagna avrebbe potuto padroneggiare maggiori tecnologie necessarie per prosperare nell’Europa settentrionale e occidentale rispetto agli agricoltori che prima si erano espansi in queste aree.

I ricercatori hanno analizzato i geni di 6 cacciatori-raccoglitori mesolitici trovati in tutto il Regno Unito e 67 individui neolitici. I loro risultati indicano che “la maggioranza (circa il 75%) degli antenati in tutti gli individui neolitici britannici potrebbe essere attribuita agli agricoltori anatolici (odierna turchia), indicando un sostanziale cambiamento demografico con la transizione verso l’agricoltura”.

Ciò potrebbe significare che i nuovi arrivati ​​non si integrarono inizialmente con i nativi, si ritiene che le due popolazioni mescolarono i loro geni nei secoli e millenni dopo la “colonizzazione iniziale”.

stonehenge


Sommario
I costruttori di Stonehenge discendono da migranti turchi, affermano gli scienziati
Titolo
I costruttori di Stonehenge discendono da migranti turchi, affermano gli scienziati
Descrizione
Gli antichi britannici che hanno costruito Stonehenge discendevano da migranti con origini nella moderna Turchia, hanno affermato gli scienziati.
Autore
Sito Web
Londra Today
Logo

Lascia un commento!